In cui è il team a decidere chi deve assumere il lavoro

Serie sull'istruzione

In cui è il team a decidere chi deve assumere il lavoro

7 maggio 2024 agvs-upsa.ch – La Auto Birrer AG di Sursee (LU) può ancora contare su un normale mercato del lavoro. Non c’è carenza di lavoratori qualificati. Il personale punta sull’ampia offerta di corsi di perfezionamento professionale dell’industria automobilistica. Cynthia Mira


Qui c’è un sano spirito di squadra. Auto Birrer AG invita regolarmente il suo team a bere una birra dopo il lavoro e a partecipare a vari eventi. Grazie alla sua strategia, l’amministratore delegato Andreas Birrer non può lamentarsi della mancanza di personale qualificato.​ Foto: UPSA Media

Entrando nell’officina Auto Birrer di Sursee (LU) o dando un’occhiata al sito web dello specialista Hyundai, noterete subito che i giovani professionisti sono ben accolti. L’azienda offre opportunità. Attualmente, sette apprendisti sono impiegati in varie posizioni. «L’offerta di apprendistato fa semplicemente parte del DNA dell’azienda», afferma serenamente il proprietario Andreas Birrer. «Abbiamo sempre formato persone. Credo che questo sia anche il dovere di ogni officina. Ogni azienda che può farlo dovrebbe incoraggiare le nuove generazioni». «Poco dopo, anche l’attuale vice-campione europeo Fabio Bossart entra nello showroom per un’intervista. Come promemoria, si è classificato secondo agli EuroSkills 2023 in Polonia. Il suo volto è ancora esposto su A. Birrer. “Abbiamo beneficiato del suo successo, certo, ma anche la gloria passa molto in fretta», dice. Tuttavia, hanno beneficiato della sua immagine in termini di relazioni pubbliche e sono ancora orgogliosi di lui”.

Una diagnosi più rapida
F. Bossart a 22 anni è già troppo vecchio per partecipare a un altro Campionato di abilità, quindi è il suo collega Nevio Bernet a seguire le sue orme. Il campione svizzero di Lucerna parteciperà, insieme a Sophie Schumacher di Berna, alle WorldSkills di Lione nell’autunno del 2024. F. Bossart è entusiasta. Per lui significa tempi un po’ più tranquilli, come dice lui stesso. Anche se: è nel bel mezzo della sua formazione di diagnostica automobilistica. Gli esami finali si svolgeranno in autunno. La formazione gli permette di fare le diagnosi giuste ancora più rapidamente e di correggere gli errori. «Approfondisce molto la materia e mi aiuta nel lavoro quotidiano in officina».

Il suo collega di lavoro Janik Wallimann ha scelto un percorso completamente diverso nell’industria automobilistica. Durante gli anni della scuola, anche lui era affascinato dalla tecnologia e dalle automobili. L’obwaldiano è particolarmente attratto dalla Formula 1. Dopo aver completato l’apprendistato come tecnico meccatronico del settore automobilistico, ha completato un apprendistato commerciale prima di perfezionarsi come consulente di vendita di automobili. Auto Birrer AG sta traendo vantaggio da questo background entusiasmante. «Mi sento realizzato professionalmente, mi piace il contatto con le persone e il fatto di poter creare un’esperienza speciale per ogni cliente», spiega il 27enne. Tuttavia, vorrebbe ripetere il suo apprendistato in officina. «Questo know-how mi è utile sotto tutti i punti di vista. Inoltre, grazie alla formazione continua, so molto di più sui contratti e così via».


Nell’industria automobilistica, molte strade portano a Roma. L’esempio migliore: le diverse posizioni ricoperte dai dipendenti e dagli apprendisti della Auto Birrer AG di Sursee (LU).

Preferire uno specialista con poca esperienza
Il giovane è arrivato ad Auto Birrer AG attraverso i canali tradizionali, cioè ha fatto domanda con il suo fascicolo per una posizione normalmente pubblicizzata. Niente social media, niente vitamina B. Anche oggi, Andreas Birrer e il suo team possono contare sul normale marketing del lavoro. Le candidature arrivano a raffica. La carenza di manodopera qualificata non si fa sentire qui. Per quanto riguarda gli apprendistati e i tirocini, collaborano anche con le scuole. Inoltre, i dipendenti che assumono qualcuno vengono anche premiati. A. Birrer è meno ricettivo rispetto al passato quando i clienti gli offrono apprendistati. «Questo crea una certa responsabilità che non è sempre positiva», dice. Ma può anche dire di aver già potuto contare su buoni specialisti in questo modo. «Per noi Janik è attualmente un colpo di fortuna. In generale, preferisco chi parte da zero e non ha già molti anni di esperienza. Questo è particolarmente vero per una posizione di vendita», afferma. Altrimenti, è facile dire che si è sempre fatto questo o quello. «La flessibilità è importante, oggi più che mai. L’esperienza è quindi importante per un manager delle vendite». A suo avviso, introdurre qualcuno e sostenerlo è un processo completo. «Certo, bisogna investire del tempo, ma ne vale la pena. Per il proprietario dell’officina è anche chiaro che non è l’unico a decidere quando nuovi professionisti entrano in azienda. “Alla fine è il team ad avere l’ultima parola. In particolare nell’officina, è il personale a decidere chi ottiene il lavoro alla fine».
 
Scopritelo ora
Clicca qui per conoscere tutti i dettagli dei nostri corsi di formazione continua 

Consulente di vendita nel settore automobilistico con diploma federale
Sessione informativa online il 13 giugno 

Diagnostico di veicoli con attestato federale 

Tutti gli eventi informativi e i prossimi corsi di formazione sono disponibili qui.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

1 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti