Come preparare vostra autoradio per il futuro

14 agosto 2019 agvs-upsa.ch – Con il passaggio al nuovo standard digitale, dal 2020 sarà necessario modificare anche l’autoradio. In questo caso conviene una visita dal professionista: i garagisti dell’UPSA sanno come rendere la vostra autoradio pronta per il futuro.

cst. A causa, sul lavoro o in auto: la radio rimane uno dei media più amati della Svizzera. Allo Swiss Radio Day, il più grande evento del settore radiofonico che si terrà alla fine di agosto, verranno presentate tutte le novità a livello di contenuti e tecniche. In questa occasione si parlerà anche del futuro della radio.

Tra i vari argomenti trattati, ce n’è uno che attira particolarmente le automobiliste e gli automobilisti: il passaggio dalla banda FM allo standard DAB+ (Digital Audio Broadcasting). A partire dal 2020 ed entro il 2024, la radio digitale prenderà gradualmente il posto di quella analogica. Di conseguenza, chi desidera continuare ad ascoltare la radio in auto dovrà avere un’autoradio compatibile con la tecnologia DAB+. 


La vecchia autoradio FM diventerà presto obsoleta. A partire dal 2020 ed entro il 2024, la radio digitale prenderà gradualmente il posto di quella analogica.

Come dimostrano le indagini svolte dall’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM), la percentuale di auto nuove dotate di serie della tecnologia DAB+ è del 91% circa. Da alcune stime emerge tuttavia che sono circa 3,5 milioni le auto ancora in circolazione che devono essere aggiornate al nuovo standard. Per il passaggio al DAB+ conviene visitare uno dei garagisti dell’UPSA. «Grazie alla loro esperienza, i garagisti conoscono i vantaggi e gli svantaggi delle varie soluzioni di aggiornamento. Ciò permette loro di offrire all’automobilista una consulenza competente e di proporgli la soluzione migliore», conferma Markus Peter, responsabile del settore Tecnica & Ambiente in seno all’UPSA. 

Le opzioni di aggiornamento sono numerose: da un lato sono disponibili speciali adattatori che possono essere collegati al sistema esistente tramite un cavo audio o una frequenza FM libera. Oltre alla ricezione DAB+, alcuni dispositivi offrono anche una funzione viva voce per telefoni cellulari, Bluetooth e opzioni internet. Dall’altro lato, la radio FM esistente può essere equipaggiata con componenti montati in posizione non visibile oppure completamente sostituita da una moderna autoradio DAB+. In questo caso sono disponibili soluzioni sia per apparecchi DIN-1 e DIN-2, sia per impianti specifici in base al modello di auto.

Dal punto di vista dei costi, gli adattatori sono la soluzione più economica. Markus Peter dell’unione dei garagisti svizzeri ci tiene tuttavia a sottolineare che questa variante non offre lo stesso comfort delle altre soluzioni. «Se ad es. si trasforma l’autoradio esistente in un modello DAB+, questa può continuare a essere comandata tramite i comandi audio del veicolo». Inoltre, non sono necessari cavi supplementari visibili né un’antenna. «La miglior cosa da fare per chi desidera rendere la sua autoradio compatibile con il DAB+ senza tante cianfrusaglie, è quella di rivolgersi a un garagista dell’UPSA».

Prima viene effettuata la conversione, meglio è. Chi infatti accende l’autoradio digitale in viaggio può ascoltare già oggi le sue canzoni preferite senza disturbi né interferenze.   
 
I prossimi corsi per i proprietari di garage​
I prossimi appuntamenti saranno il 1° ottobre 2019 a San Gallo e il 3 dicembre a Berna. Ulteriori informazioni possono essere trovate qui.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Commenti