Impegno totale per la ricerca di posti di tirocinio

22 giugno Juni 2020 professioneauto.ch – Con la pandemia di coronavirus la ricerca di posti di tirocinio è diventata più difficile. Confederazione, Cantoni e organizzazioni del mondo del lavoro hanno costituito una task force per sostenere i giovani che cercano un posto di tirocinio e le aziende che vogliono assegnare i loro posti vacanti. In questa situazione economica critica anche UPSA dimostra grande impegno per la formazione professionale.

20200618_lehrstellen_text.jpg
Fonte: Media UPSA

cst. Il passaggio dalla scuola al mondo del lavoro è un momento importante per i giovani e in questa fase si deve anche cercare un posto di tirocinio. Quella che già in condizione normali è una sfida per i ragazzi, non è certo stata semplificata dalla pandemia di coronavirus. Anzi. La maggior complessità della ricerca è dimostrata dai dati: il 17 giugno nel settore dell’auto c’erano ancora 584 posti di tirocinio disponibili (compresi commercio al dettaglio e professioni commerciali), di cui 518 relativi a professioni tecniche. Considerando che ogni anno circa 3000 diplomati iniziano un corso di formazione professionale di base in un garage, questi dati indicano che un quinto dei posti di tirocinio risulta vacante. Occorre quindi fare qualcosa per occupare le posizioni ancora disponibili.

Per sostenere i giovani nella ricerca di un posto di tirocinio e le aziende nell’assegnazione dei posti ancora vacanti, la Confederazione, i Cantoni e le organizzazioni del mondo del lavoro hanno unito le loro forze in un gruppo di lavoro. La task force «Prospettive tirocinio 2020 » ha approvato l’istituzione del programma di promozione «Posti di tirocinio Covid-19», che permette alla Confederazione di sostenere progetti in via prioritaria, nei limiti dei crediti disponibili. Inoltre, la task force analizza regolarmente l’impatto del coronavirus sul mercato dei posti di tirocinio.

Nonostante le difficili condizioni dell’economia, i trend cantonali osservati a fine maggio denotano una situazione tutto sommato stabile nella Svizzera tedesca. Nella Svizzera latina il numero dei contratti di tirocinio stipulati è molto più basso rispetto all’anno scorso. A fine maggio sono stati firmati 48 000 contratti di tirocinio in tutta la Svizzera, circa il 4% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Tutti i Cantoni hanno adottato misure per migliorare il «matching» tra posti di tirocinio e interessati, come attività di marketing mirate e intensive, consulenze approfondite, borse dei posti di tirocinio, offerte ponte, nonché la possibilità di un’assistenza individuale ai giovani. In collaborazione con gli ambienti economici, diversi Cantoni stanno anche allestendo delle borse last minute per informare i giovani in merito a posti ancora vacanti e permettere loro di firmare un contratto di tirocinio entro l’autunno del 2020. 

Anche diverse organizzazioni del mondo del lavoro hanno intensificato i propri sforzi per interessare i giovani alle rispettive professioni e agevolare così il loro ingresso nel mondo del lavoro. All’epoca del coronavirus l’UPSA si impegna in modo particolare per i giovani: poiché durante il lockdown non sono stati possibili i tirocini orientativi, gli allievi delle scuole hanno potuto conoscere online le varie professioni sul sito web professioneauto.ch. Tutte le formazioni professionali di base sono state presentate attraverso dei video. 

AUTOINSIDE 7/8 propone l’intervista a Olivier Maeder, responsabile UPSA per la formazione, che illustra l’attuale situazione dei posti di tirocinio nel settore dell’automobile.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Commenti