Alla faccia della "festa del caffè"!

32° seminario femminile UPSA

Alla faccia della "festa del caffè"!

27 ottobre 2023 agvs-upsa.ch - Da anni molte donne dell'industria automobilistica si riuniscono per scambiare opinioni una volta all'anno sulle questioni più urgenti che devono affrontare nella loro attività quotidiana. Quest'anno, a causa di un evento a sorpresa, alcune delle 28 partecipanti sono state arricchite da un'esperienza che aveva poco a che fare con l'industria automobilistica, ma che alla fine le ha unite tutte. Cynthia Mira

20231027_frauenseminar_artikelbild7.jpg
Volti soddisfatti: la 32a edizione del Seminario femminile dell'AGVS è stata ancora una volta caratterizzata dal trasferimento e dallo scambio di conoscenze. Quest'anno, tutti si sono recati a Wildhaus SG. Foto: Media UPSA

"Con voi non è mai stato così impegnativo", ha detto Giorgio Feitknecht, CEO di ESA, durante la serata di intrattenimento nell'Alpenrose dell'Hotel Stump a Wildhaus SG, suscitando una risata. Poco prima aveva partecipato a un corso di jodel insieme ai partecipanti e al suo collega Daniel Fraefel, direttore generale dell'ESA a San Gallo, e Olivier Maeder, direttore generale della formazione dell'UPSA. La star svizzera dello jodel Matthias Ammann del Toggenburg SG li ha introdotti in questo speciale mondo del canto. "Siete stati molto bravi, solo che alcuni di voi non hanno sempre centrato le note", ha detto in seguito. Non era una cosa scontata, ha detto. Infatti, alla fine, l'impegno non è stato affatto male e la maggior parte di loro si è visibilmente divertita. Anche il feedback su questo momento clou del tradizionale seminario femminile dell'UPSA è stato positivo. È stata percepita come una serata divertente in aggiunta a un programma altrimenti impegnativo.

20231027_frauenseminar_artikelbild11.jpg
Un'esperienza bella e divertente: la star svizzera dello jodel Matthias Ammann del Toggenburg SG ha fatto cantare tutti.

20231027_frauenseminar_artikelbild8.jpg
Uno scambio vivace durante i workshop fa parte del Seminario delle donne dell'UPSA.

20231027_frauenseminar_artikelbild9.jpg
Molti partecipanti si sono trovati d'accordo con i contenuti relativi alle generazioni del relatore Roland Peter, proprietario dell'azienda B-Werk Bildung GmbH.

Durante i tre giorni del seminario sono stati affrontati i temi della pianificazione della successione, del diritto ereditario, della mindfulness, della gestione delle situazioni di emergenza e della promozione dei giovani talenti. Inoltre, le donne hanno discusso i punti di forza e di debolezza che derivano dalla cooperazione tra le generazioni. Le descrizioni di Roland Peter, proprietario dell'azienda B-Werk Bildung GmbH, sulle caratteristiche tipiche delle diverse generazioni, dai baby boomer alla generazione Z, hanno fornito molti effetti di riconoscimento. Ha poi illustrato i vari metodi educativi e il modo in cui essi plasmano le persone. "L'impronta su una persona è come un timbro su un pezzo di carta. A prescindere dall'inchiostro che si usa in seguito, esso modella in modo subliminale il modo in cui ci si comporta e ci si sente". 

Dopo la sua presentazione, David Regli, responsabile della revisione contabile di Figas, insieme a Isabel Kuttler, avvocato di OBT AG, ha guidato il pubblico attraverso numerose domande sulla pianificazione della successione e sul diritto ereditario. Anche in questo workshop c'è stato un vivace scambio di opinioni. I partecipanti hanno parlato di situazioni difficili che vivono nella vita quotidiana in garage. Michelle Weber ha preso una direzione diversa un giorno prima. Nel corso di un colloquio con Olivier Maeder, direttore della formazione dell'UPSA, la studentessa ha illustrato i risultati della sua tesi di laurea sul tema della promozione delle donne nell'industria automobilistica presso l'Università di Scienze Applicate di Zurigo, Scuola di Management e Diritto. Maeder ha integrato le spiegazioni precedenti con le misure attuali di promozione dei giovani talenti che l'UPSA sta attuando con successo da mesi. Un esempio: la promozione delle professioni automobilistiche sulla piattaforma "Lehrberufe live!". Oltre a ulteriori contributi su temi come la digitalizzazione e la mindfulness, durante i tre giorni c'è stato tempo per divertirsi, mangiare bene, scambiare e fare networking.

20231027_frauenseminar_artikelbild10.jpg
Il nuovo gruppo di lavoro si è occupato per la prima volta dell'organizzazione e si è assicurato che tutto si svolgesse senza intoppi: (da sinistra a destra) la presidente Silvana Stock-Blaser, Alexandra Leimgruber-Jud, Franziska Schönenberger e Jeannine Riggenbach.
Ecco le voci dei partecipanti

Alexandra Müller (22), F. + Ch. Müller AG, Ford Garage Wehntal a Sünikon ZH
portrait_alexandramueller.jpg
"È la prima volta che partecipo e penso che sia un evento divertente. In generale, mi piace essere sempre presente agli eventi che riguardano l'industria automobilistica. Sono curioso e interessato a tutto ciò che ha a che fare con l'industria. La particolarità è che si può imparare molto dalle altre donne. Il networking è importante per me ed è bello incontrare nuove persone. Per quanto riguarda gli argomenti, ho apprezzato molto la presentazione di Roland Peter sulle diverse generazioni. È stata la prima volta che mi sono trovata in una descrizione della Generazione Z e mi sono potuta davvero identificare con essa. Di solito c'è più discrepanza tra la mia esperienza personale e tutte le discussioni che si fanno su noi giovani".
Simone Ruckstuhl (28), Ernst Ruckstuhl AG di Kloten ZH
portrait_simoneruckstuhl.jpg
"Il programma è vario e gli argomenti sono di attualità. Il seminario è più rigoroso del previsto. Chiunque pensi a questo scambio annuale tra donne come a un simpatico caffè si sbaglia. Ora posso dire con certezza che non è così. Lo scambio è super e ne traggo molto per la mia vita professionale di tutti i giorni. Mi piace soprattutto che si riuniscano tante persone di età diverse e che si parli dei punti di forza di noi donne. Poiché sono anche attiva nel gruppo di lavoro sul tema della mancanza di lavoratori qualificati nella sezione AGVS ZH, lo scambio su questo tema in occasione di questi eventi è importante per me. Aiuta, ad esempio, a sviluppare nuovi approcci e stimola la discussione su nuovi modelli di orario di lavoro, ad esempio le posizioni part-time."
Isabelle Kolly (58), Garage Roschi AG di Urtenen-Schönbühl BE
portait_isabellekolly.jpg
"Vengo al seminario delle donne da molti anni e partecipo sempre con piacere. Anche quest'anno ci sono argomenti interessanti che riguardano la vita quotidiana del proprietario di un'officina. Gli input che si ricevono in questi tre giorni aiutano a prendere decisioni nella propria attività quotidiana. Ma sono qui anche per lo scambio generale tra noi donne. Sono particolarmente lieta che questa volta siano venute al seminario così tante giovani donne. In genere consiglio a tutte le mie colleghe professioniste di partecipare. Personalmente, l'argomento delle differenze tra le generazioni mi ha colpito. Penso che con le conoscenze acquisite si possa valutare meglio anche la situazione dei propri allievi".
Irene Nyffeler (58), Garage Nyffeler AG a Lichtensteig SG
portrait_irenenyffeler.jpg
"È bello che quest'anno il seminario si svolga nella Svizzera orientale. È stata una mia richiesta, in modo che le donne di questa regione, che per molti anni hanno sempre viaggiato in altri luoghi, potessero fare per una volta un viaggio più breve. Poiché questa volta non ricopro più la carica di presidente, ho vissuto questo seminario in modo molto più rilassato del solito. Un momento saliente è stata la serata dedicata allo jodel. Lo jodel va in profondità e connette. Per questo penso che sia stato adatto al seminario. Ma anche il tema del modo giusto di affrontare un'emergenza è un argomento che è sempre all'ordine del giorno per noi proprietari di garage. 
Silvana Stock-Blaser (32), Garage O. Stock AG a Zizers GR
portrait_silvanablaser.jpg
"Posso già dire che l'anno prossimo riprenderò la carica di presidente. Il momento più importante di questo primo seminario è stato il corso intensivo di jodel. Sono un po' orgogliosa della facilità con cui le donne sono riuscite a lasciare la loro zona di comfort e a seguirle. Sono sicura che questo è dovuto anche alle buone istruzioni. Penso che abbiamo raggiunto un buon coordinamento dei punti del programma nel gruppo di lavoro e continueremo a concentrarci sugli argomenti attuali in futuro. Il feedback più bello per me è quando tutti i partecipanti tornano a casa soddisfatti e con il volto sorridente dopo i tre giorni. Un feedback che ho già sentito è che l'isolamento dell'hotel consente di dedicare molto tempo al networking. Questo, ovviamente, mi fa piacere". 
Carla Wigger (29), Wigger AG Automobile a Lucerna
portrait_carlawigger.jpg
"Il seminario delle donne è un luogo di incontro ideale per rivedersi. Sono qui per la seconda volta, semplicemente perché si sta benissimo con le donne e ci si diverte. È stato così anche l'anno scorso e penso che anche questa edizione sia fantastica. È bello e rilassante essere qui. Per me il tema della pianificazione della successione è stato entusiasmante. Ma anche le discussioni sui punti di forza e di debolezza della cooperazione tra le generazioni mi hanno permesso di trarre molti insegnamenti per il lavoro di tutti i giorni. Appartengo alla Generazione Y e mi rendo conto di quanto poco abbiamo in comune con l'ancor più giovane Generazione Z. La mia esperienza è che il processo di successione non è lo stesso. La mia esperienza è che alla generazione successiva a volte manca il mordente".
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

6 + 4 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti