Il ruolo importante delle sezioni nella formazione professionale

Riunione della CFP

Il ruolo importante delle sezioni nella formazione professionale

18 maggio 2022 agvs-upsa.ch – L’UPSA e la Commissione Formazione professionale (CFP) promuovono la formazione professionale e continua nel settore dell’auto nei modi più diversi. Durante la riunione della CFP è emersa chiaramente l’importanza della comunicazione, soprattutto nell’interazione con le rispettive sezioni. 
 
«Le decisioni della CFP in breve»
1. Come diploma tecnico dell’UPSA valgono da subito i diplomi Z1, Z2, Z3 o Z4 AA ossia ogni singolo titolo acquisito in un settore di competenza Z. D’ora in verrà data priorità ai contenuti attuali e non al periodo di formazione. 

2. Meccanico/a di manutenzione per automobili AFC: integrazione della formazione Alta tensione 1 e 2 a partire dall’estate 2022: la decisione dell’anno scorso è stata nuovamente confermata dalla CFP. 

Ulteriori informazioni sul fatto che le aree di competenza Z sono riconosciute individualmente come qualifica tecnica per l'autorizzazione alla formazione di tecnici meccatronici dell'industria automobilistica.

20220516_bbk_artikelbild3.jpg
La Commissione getta le basi per un futuro di successo. Olivier Maeder si è espresso in favore della comunicazione attiva di successi e sforzi. Fonte: media de UPSA

Un'offerta di formazione e perfezionamento che risponda alle attuali esigenze dell'industria automobilistica: è questo l'obiettivo che il presidente della CFP Charles-Albert Hediger ha immediatamente formulato nel suo discorso di benvenuto, passando poi la parola a Barbara Germann. Dal 2019 è membro del Consiglio centrale dell'UPSA e per la prima volta è stata invitata a una riunione della CFP a Mobilcity. Sostiene il Consiglio centrale nell'ambito del suo lavoro nel settore della formazione professionale. «La promozione dei giovani mi sta particolarmente a cuore. In varie funzioni, faccio molto per promuovere le professioni dell'auto», ha detto Germann, che ha diretto un'agenzia Alfa Romeo per oltre un decennio ed è nota a molti membri dell'UPSA come vicepresidente della sezione di Berna e per il suo lavoro presso la sezione UPSA dell'Oberland Bernese nel centro di formazione di Mülenen.

A maggio, la sua sezione ha promosso la diversità delle professioni automobilistiche con uno stand alla fiera BEA. «Nelle sezioni vengono attuate molte attività per il successo del reclutamento degli apprendisti. È importante che anche noi lo comunichiamo», ha detto Germann rivolgendosi al pubblico. «Potete essere orgogliosi di essere in prima linea nel mettere il cuore e l'anima nel reclutare la nostra prossima generazione nel settore automobilistico. Se ora riusciamo a portare con noi questo slancio dal settore dell'istruzione di base, in modo da convincere ancora meglio le nuove generazioni di una carriera professionale nel settore automobilistico in futuro, allora stiamo facendo davvero un buon lavoro».

Olivier Maeder, ringraziandola, ha sfruttato l’assist per tornare sulla comunicazione a 360 gradi. «L’UPSA è lieta di sostenere finanziariamente le sezioni in occasione di eventi fieristici ed è felice di prendere accordi preliminari con gli interessati, soprattutto per quanto riguarda la comunicazione na-zionale attraverso i nostri vari canali», ha spiegato il membro della direzione UPSA del settore Forma-zione. Come far funziona la comunicazione tramite i media esterni e quelli dell’UPSA (AUTOINSIDE, siti upsa-agvs.ch e professioneauto.ch, newsletter e social media) nel migliore dei modi? Olivier Maeder lo ha spiegato citando i successi ai campionati delle professioni.  

SwissSkills, in programma dal 7 all’11 settembre
Le nuove leve Florent Lacilla e Damian Schmid avevano fatto parlare di sé con le loro rispettive vittorie all’Eurocup e agli EuroSkills. Gli SwissSkills, in programma dal 7 all’11 settembre, offriranno un’opportunità interessante per pubblicizzare i tirocini professionali nel settore dell’auto. «Mentre gli SwissSkills ci aiutano a pubblicizzare le professioni a livello nazionale, le fiere delle professioni presidiate dalle sezioni sono le nostre piattaforme regionali», così Maeder ha sottolineato l’importanza degli sforzi per la formazione professionale profusi dalle sezioni UPSA.

La comunicazione – è chiaro – non si limita agli eventi. Attualmente sono infatti in corso campagne Google Ads e ottimizzazioni per i motori di ricerca per trovare ancora più facilmente in internet l’offerta formativa del ramo dei professionisti dell’auto. La visibilità dovrà essere aumentata anche tramite So-cial Media e una landing page che presenterà in modo chiaro i reportage sugli SwissSkills. Sono in fase di realizzazione anche nuovi video, tra cui alcuni con dei consigli per il reclutamento delle nuove leve. Questo sembra essere un tassello importante del puzzle. Rispetto al 2020, infatti, nel 2021 il numero di giovani che hanno scelto un tirocinio professionale nel settore dell’auto è diminuito. Com-plessivamente la flessione è di appena il 2,2%, ma rappresenta oltre il 20% nella formazione commer-ciale di base. «Le misure di comunicazione per la formazione commerciale di base rielaborata, che ini-zierà nel 2023, saranno notevolmente aumentate», ha promesso Maeder. 

Formazione commerciale di base
Hans Pfister si occupa di questo progetto all’interno della CFP e ne ha illustrato gli sforzi, che spaziano dagli eventi online della Business Academy UPSA ai corsi di formazione per formatori professionali presso le grandi aziende. «Abbiamo bisogno di impiegati di commercio ben formati, in grado di entusia-smare i clienti con offerte in linea con il mercato e di supportare tutti i processi delle concessionarie», ha affermato Pfister. Il profilo di qualificazione è finalmente disponibile e i corsi di formazione per for-matori professionali sono allo studio. Il passo successivo è l’organizzazione dei 16 giorni di CI e dei rela-tivi controlli delle competenze. 

Progetto «Vendita 2022+»
I partecipanti alla riunione sono stati incoraggiati a riferire alle sezioni il risultato intermedio positivo del progetto «Vendita 2022+». In fin dei conti, i successi ottenuti motivano tutte le parti coinvolte. E difatti Arnold Schöpfer ha preso la parola soddisfatto e ha comunicato che, per quanto riguarda gli esami PQ e la revisione delle formazioni tecniche di base, tutto procede secondo i piani. «Stiamo apportando solo le modifiche necessarie, teniamo conto del progresso tecnico e integriamo una certa flessibilità nei piani di formazione», ha spiegato Schöpfer in merito al fine tuning. 

Commissione per la garanzia della qualità Consulenti del servizio clientela
Peter Linder, della Commissione per la garanzia della qualità Consulenti del servizio clientela, ha for-nito ragguagli sul regolamento d’esame totalmente rivisto per consulenti service automobilistico con attestato federale professionale, che si svolgerà per la prima volta nel 2023 e prevede ben 305 minuti di prova. Per prima cosa, gli esaminandi dovranno completare un percorso con quattro postazioni pratiche da 15 minuti ciascuna e dar prova della loro capacità di gestione dei clienti esistenti e nuovi. Nella seconda parte, le situazioni di lavoro pratiche vengono affrontate per iscritto: l’accettazione e la presa in carico dei veicoli, l’elaborazione di soluzioni di mobilità e la cura dei contatti con i clienti attraverso diversi canali. L’esame si concluderà con un colloquio professionale impegnativo, durante il quale le soluzioni proposte dovranno essere analizzate e motivate. «Così formiamo il personale specializzato giusto per il nostro ramo», ha afferma-to Linder. Inoltre ha constatato con soddisfazione che con l’esame finale senza moduli sarà più facile ottenere l’accettazione di questo attestato professionale specifico da parte degli importatori. 

Il centro di formazione di Paudex VD 
I primi attestati professionali potranno essere consegnati ai nuovi consulenti di vendita tra cinque anni. I contenuti didattici e gli esami saranno in fase di elaborazione a partire dal 2023, come ha riferito Pa-trick Ganière, presidente della Commissione di garanzia della qualità Consulenti di vendita d’automobili. Nonostante anni e anni di sforzi, il centro di formazione di Paudex VD (Romandie Formation) non offri-rà corsi di diploma FPS dell’Unione professionale svizzera dell’automobile UPSA, come ha fatto sapere Martin Bächtold, nuovo presidente della Commissione Esame professionale superiore, presente per la prima volta a una riunione. E ciò sebbene tutti i corsi di formazione siano stati adattati alle sfide più at-tuali della quotidianità professionale e possano quindi essere interessanti per il giovane personale spe-cializzato. Ora l’UPSA sta cercando di colmare gradualmente le lacune in termini di offerta con la 7act Benson di Losanna. Nel caso dei consulenti service automobilistico, ciò è già successo. Dall’agosto 2022 è previsto che l’offerta FPS per diplomati in economia aziendale (m/f) venga attuata per la prima volta con la 7 act Benson. Ci sono ancora posti di formazione liberi e Bächtold ha invitato i partecipanti alla riunione della Svizzera romanda a informare le loro sezioni in merito e a richiamare l’attenzione sull’offerta disponibile sul sito UPSA.

20220516_bbk_artikelbild1.jpg
La loro molla è la volontà di formare personale qualificato d’eccellenza: il presidente della CFP Charles-Albert Hediger (a destra) ringrazia Peter Baschnagel per il servizio prestato in qualità di presidente di lunga data della Commissione Esame professionale superiore per un periodo di 35 anni. 

Restauratori di veicoli
Per i restauratori di veicoli, il primo corso nella Svizzera romanda è iniziato a novembre con 16 parteci-panti, come ha fatto sapere Marcel Wyler, nuovo presidente della Commissione Esame per Restaurato-ri di veicoli e presente per la prima volta a una riunione. La formazione in Romandia è strutturata in mo-duli e si svolge nei vari centri UPSA di Friburgo, Ginevra e Yverdon-Les-Bains. Il team di esperti di lingua francese per l’esame finale deve ancora essere formato. Dopo una pausa nel 2022, è previsto un nuovo inizio dei corsi nel 2023 per l’area di lingua tedesca. 

Per quanto riguarda la sede di formazione nella Svizzera occidentale, Charles-Albert Hediger ripone le sue speranze nel progetto di nuova costruzione Y-Parc a Yverdon VD, che dall’agosto 2023 ospiterà 1500 apprendisti delle professioni meccaniche. Il presidente della CFP ha ricordato che: «Le sezioni pos-sono illustrare ai propri soci ciò che occorre per questi corsi di formazione e perfezionamento, pubbli-cizzare eventi informativi e segnalare i posti liberi nelle commissioni e nei team di esperti d’esame.» 
 
Peter Baschnagel e Bruno Sinzig 
Hans Pfister, ad esempio, ha incoraggiato ad attivarsi nella Commissione Formazione commerciale di base con queste parole: «Siamo grati per ogni sostegno e, visti i miei capelli grigi, dopo la prima PQ 2026 la formazione di base commerciale appena lanciata avrà bisogno di un nuovo presidente.» Un cambia-mento è peraltro già avvenuto alla Commissione Esame professionale superiore (Martin Bächtold è il successore di Peter Baschnagel), alla Commissione Esame per restauratori di veicoli (Marcel Wyler ha sostituito Bruno Sinzig) e alla sezione UPSA di Glarona (Daniel Weber ha rilevato la responsabilità della formazione professionale da Daniel Feldmann). Alla riunione della CFP tutti hanno ricevuto i ringrazia-menti per la loro fedeltà. Sinzig ha ceduto la carica dopo cinque anni mentre Baschnagel ha passato quella di presidente della Commissione dopo ben 31 anni. «Ciò che mi dà la spinta è la necessità del nostro settore di trovare personale altamente qualificato», ha affermato Baschnagel nel suo discorso. «Mi è piaciuto fare questo lavoro, anche se bisogna andare avanti per primi e indicare la direzione da seguire. Non è una cosa che si può fare da soli. Serve un organo integro e coeso.»

La riunione tenutasi alla Mobilcity ha offerto ancora una volta una panoramica completa degli sforzi compiuti dalla Commissione Formazione professionale per consentire alle nuove leve e al personale specializzato di ottenere una formazione e un perfezionamento allettanti e competitivi. «Ringrazio tutti voi per l’impegno profuso tutto l’anno a favore delle professioni legate all’auto», ha concluso Olivier Maeder rivolgendosi ai partecipanti. Il presidente CFP Charles-Albert Hediger ha riassunto: «Il mondo della formazione di base gira velocemente e la situazione del mercato cambia rapidamente. Dobbiamo adeguare costantemente la nostra offerta formativa alle circostanze attuali.» La prossima riunione della CFP si svolgerà il 26 gennaio 2023.  
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

13 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti